Gestione delle modifiche in Protezione della privacy di Mail di Apple

Questo articolo fornisce una panoramica di come Sendinblue sta gestendo le modifiche introdotte nella Protezione della privacy di Mail di Apple.

Con iOS 15 e Mac OS Monterey non è più possibile sapere se un utente dell'app Apple Mail ha aperto la tua email.

Sendinblue ha elaborato delle soluzioni per aiutarti a preparare la tua strategia di email marketing per i cambiamenti che influenzano il tuo tasso di apertura.

1. Come funziona di norma il tracciamento delle aperture?

Per sapere se un'email è stata aperta, Sendinblue inserisce in ciascuna campagna email un pixel invisibile, ovvero un'immagine molto piccola e trasparente che viene caricata ogni volta che viene aperta l'email. Grazie a questo pixel possiamo:

  • contare le aperture
  • stimare quale sia la posizione e il fuso orario di un contatto
  • stabilire che tipo di dispositivo sta usando
  • conoscere l'indirizzo email

2. Come funziona la protezione della privacy di Apple Mail?

apple-mail-privacy-protection.webp

Gli utenti di Apple Mail hanno la possibilità di abilitare una nuova funzionalità chiamata Protezione della privacy di Mail. Questa funzione non sarà abilitata per impostazione predefinita. Una volta che un contatto sceglie di abilitarla, Apple Mail precaricherà i pixel, anche se l'email non è stata aperta.

Se Protezione della privacy di Apple Mail è abilitata, dunque, tutte le email ricevute in Apple Mail ci saranno segnalate come aperte, gonfiando artificiosamente i tassi di apertura e rendendoli inaffidabili.

3. Che cambiamento comporta Protezione della privacy di Mail per gli email marketer che utilizzano Sendinblue?

La funzione Protezione della privacy di Mail comporta alcuni svantaggi: impedendo agli email marketer di analizzare correttamente le proprie campagne, sarà più difficile per loro offrire ai propri iscritti una riga dell'oggetto personalizzata che susciti davvero il loro interesse. Questo potrebbe quindi portare a un aumento dell'invio di email indesiderate.

Il tasso di apertura è importante per misurare la pertinenza dell'oggetto di un'email. Esso viene anche usato per molte funzionalità, come l'automazione.

Poiché Apple Mail aprirà automaticamente tutti i pixel di tracciamento, non sarà più possibile stabilire chiaramente quali email sono state aperte da un essere umano.

❗️ Importante
Nota che questo vale solo per Apple Mail, quindi non per gli iscritti che usano, per esempio, l'app Google Mail sull'iPhone.

➡️ Ecco i principali cambiamenti:

  • Le aperture su Apple Mail non possono più essere conteggiate con precisione nei tassi di apertura
  • Gli scenari di Automation basati su un trigger di "apertura" non funzioneranno più per gli utenti Apple Mail
  • Qualsiasi segmentazione basata sul tasso di apertura non sarà più affidabile per gli utenti di Apple Mail
  • I test A/B basati sul tasso di apertura (come i test A/B della riga dell'oggetto) non funzioneranno più per gli utenti di Apple Mail
  • Le funzioni di geolocalizzazione non funzioneranno più per gli utenti di Apple Mail
  • L'ottimizzazione del piano di invio (Invia al momento migliore) non sarà più affidabile per gli utenti di Apple Mail

4. In che modo Sendinblue si adatta alla funzione Protezione della privacy di Mail?

Ecco le misure adottate da Sendinblue per continuare a fornire un'analisi pertinente delle tue campagne email:

  • Escludere le aperture di Apple Mail durante il calcolo del tasso di apertura.
  • Escludere le aperture di Apple Mail dalle condizioni di attivazione di "apertura" per gli scenari di marketing automation.
  • Offrirti la possibilità di continuare a usare i tuoi scenari di automazione, ma senza i trigger di apertura degli utenti di Apple Mail. Prendendo questa decisione, possiamo essere sicuri di non aumentare il numero di email di spam.
  • Fornirti una stima del tasso di apertura e del numero stimato di email aperte. Sulla base dei dati raccolti dal nostro sistema, saremo in grado di fornirti statistiche stimate sufficientemente precise per misurare il successo delle tue campagne.

5. Le nostre raccomandazioni per migliorare la tua strategia di email marketing

Chiediti se le statistiche di Apple Mail sono davvero importanti

Dai un'occhiata alle tue statistiche; potresti scoprire che gli utenti di Apple Mail sono solo una piccola parte dei tuoi contatti.

Inoltre, non c'è motivo di pensare che un utente Internet che usa Apple abbia una mentalità e preferenze completamente diverse da un utente Android.

Ad esempio, se esegui un test A/B per determinare l'efficacia di una riga dell'oggetto (misurando le aperture tra i tuoi contatti che non usano Apple), puoi scommettere che la riga dell'oggetto vincente sarà altrettanto efficace per gli utenti Apple.

Orientati verso una strategia basata sul tasso di clic

La funzionalità relativa alla privacy di Apple Mail potrebbe essere solo l'inizio e altri, come Microsoft, lanceranno presto sistemi simili.

Ma non è poi un grosso problema. Per continuare a misurare efficacemente le tue campagne email, tutto ciò che devi fare è concentrarti sull'analisi del tasso di clic.

Se il tasso di clic fornisce meno informazioni sull'interesse principale dei tuoi contatti (ad esempio, quale riga dell'oggetto li ha spinti ad aprire l'email), è comunque la misura definitiva della qualità dei tuoi contenuti. A che serve spingere i tuoi destinatari ad aprire le tue email se non sono interessati al loro contenuto?

Prendi in considerazione la possibilità di riprogettare gli scenari di automazione in modo che gli eventi precedentemente attivati da un'apertura vengano ora attivati da un clic. Più in generale, concentra i tuoi KPI e le tue analisi sull'ottimizzazione del tasso di clic invece che sul tasso di apertura.

Domande frequenti

Cosa succede per i clic, il tasso di bounce, il tasso di disiscrizioni?

Nulla. I cambiamenti introdotti da Apple riguardano solo le aperture.

In che modo verranno influenzati gli scenari di automazione dalla funzione Protezione della privacy di Mail di Apple?

Le email provenienti da Apple non verranno conteggiate come aperture nel tuo scenario e non attiveranno l'azione successiva.

Come si gestiscono i filtri per i contatti inattivi?

I filtri per i contatti inattivi sono basati su clic e conversioni. Tieni presente che funzionano ancora per le aperture provenienti da utenti non Apple Mail.

In che modo questo influisce sul tasso di recapito?

Non influisce in alcun modo sul tasso di recapito.

🤔 Domande?

In caso di domande, non esitare a contattare il team dell’assistenza creando un ticket dal tuo account. Se ancora non hai un account, puoi contattarcihere.