Come testare e risolvere gli errori nelle email create con il nuovo linguaggio per modelli

Questa guida ti aiuterà a testare le email create con il nuovo linguaggio per modelli per individuare eventuali errori e a correggere alcuni degli errori più frequenti. Esamineremo:  

Invio di una prova con il tool "Email di prova"

Quando usi un software di creazione SendinBlue per le tue email, hai l'opzione di Inviare una prova direttamente dalla schermata di riepilogo del modello o della campagna.

send_test_confirmation_step.png

Quando usi l'editor Drag & Drop, puoi inoltre Inviare un'email di prova direttamente dall'editor. 

send_test_ddeditor.png

Attributi di contatto

Se la tua lista di contatti SendinBlue contiene già un indirizzo email e il valore dell'attributo per il contatto che riceverà l'email di prova, l'email di prova sarà personalizzata correttamente con il valore dell'attributo. Ciò vale sia per i modelli delle campagne che delle email transazionali. 

Per esempio, se l'email contiene l'espressione:

Salve {{ contact.FIRSTNAME }},

e invio l'email di prova a un contatto della mia lista la cui EMAIL è "paolo@ilmiosito.com" e l'attributo FIRSTNAME è "Paolo", l'email sarà personalizzata come segue:

Salve Bob,

Se il valore dell'attributo è vuoto nella mia lista di contatti, sarà vuoto anche nell'email di prova, come in questo esempio:

Salve  ,

Parametri 

Quando si usa la funzionalità Invia una prova per le email transazionali, i valori dei parametri saranno vuoti nella tua email di prova. Ciò accade perché i parametri sono compilati al momento dell'invio quando viene ricevuta la chiamata API. 

Quando si usa la funzionalità Invia una prova per le email delle campagne, i valori dei parametri saranno compilati nell'email di prova solo in uno di questi casi: 

  • la campagna è stata creata usando la chiamata API v3 E i parametri sono stati passati durante la chiamata di creazione o
  • la campagna è stata creata nell'interfaccia SendinBlue e i parametri sono stati passati come parte della chiamata API v3 di aggiornamento della campagna prima che fosse inviata l'email di prova.

Rilevazione di problemi nell'editor Drag & Drop

Quando si crea un'email nell'editor Drag & Drop, i blocchi dell'email con contenuto dinamico, come le liste dinamiche o le condizioni di visualizzazione, sono contrassegnati da un simbolo di codice nell'angolo in alto a sinistra del blocco. 

SendinBlue_Responsive_Template_Builder.png

Quando si salva un modello o una campagna email, l'icona diventa rossa se è stata abilitata un'opzione di contenuto dinamico, ma manca l'informazione necessaria.

SendinBlue_Responsive_Template_Builder_error.png

Per correggere, è sufficiente completare i campi vuoti e salvare nuovamente. 

Invio di un'email di prova "live" 

Per testare in modo affidabile i parametri contenuti in un'email, raccomandiamo di creare come al solito il modello o la campagna nell'editor Drag & Drop (o nel tuo editor SendinBlue preferito) e di inviare poi la campagna o il modello con l'apposita chiamata API: 

La tua chiamata API deve identificarti come destinatario e includere i dati reali per i parametri inclusi nella tua campagna o nel tuo modello email. 

Buono a sapersi: Le chiamate API strutturate correttamente riceveranno una risposta di livello 200 mentre le chiamate API con errori riceveranno una risposta immediata di livello 400. 

Rilevazione di errori in campagne e modelli

Anche se la tua chiamata API è strutturata correttamente, l'email non sarà inviata se il modello contiene errori.  

Piattaforma campagne - notifiche di errori 

Se la chiamata API riceve una risposta di livello 200 ma la campagna è sospesa a causa di un errore nella sintassi del modello, comparirà una notifica relativa alla sospensione nel centro notifiche del tuo account. 

campaign-error-notification_EN.png

Piattaforma transazionale - log di errori 

Se la chiamata API riceve una risposta di livello 200 ma l'email non viene ricevuta, controlla i tuoi Log transazionali andando su Transazionale > Email > Log.

Se l'email non è stata inviata a causa di un errore, sarà evidenziato da un evento Errore nella colonna a sinistra e all'interno del record del log transazionale relativo all'email.  

transac_log_error_EN.png

Errori comuni da evitare  

L'errore più comune da evitare è mischiare in una stessa email la sintassi del vecchio linguaggio per modelli con quella del nuovo linguaggio per modelli. 

Per esempio, questo schema mostra la differenza di sintassi per ogni tipo di variabile. Gli elementi del nuovo linguaggio per modelli non devono essere mischiati con quelli del vecchio linguaggio per modelli nella stessa email.

 Variabile Nuovo linguaggio per modelli Vecchio linguaggio per modelli
     

 mirror link

 {{ mirror }} 
 [MIRROR] 

 link di disiscrizione

 {{ unsubscribe }} 
 [UNSUBSCRIBE]

 attributo di contatto

es.: COLOR

{{ contact.ATTRIBUTE }} 
 {{ contact.COLOR }} 
{ATTRIBUTE} 
{COLOR} 

 parametro 

es.: ADDRESS

{{ params.PARAMETER }}  
{{ params.ADDRESS }} 
%PARAMETER%
%ADDRESS% 

 

Altri errori frequenti comprendono:

  • L'assenza del carattere di chiusura per una variabile o tag, come la parentesi graffa rispettivamente doppia }} o singola } 
  • L'assenza di una delle parentesi in un set di doppie parentesi graffe attorno a una variabile (es. {{ contact.NAME } produrrà un errore, mentre {{ contact.NAME }} è corretto).

Se il tuo errore non è causato da questi errori frequenti, consulta questa guida sull'uso del nuovo linguaggio per modelli e usala per ricontrollare il tuo modello.

Puoi anche contattare il nostro team dell'assistenza clienti per ricevere supporto per il tuo modello.  

Prossimamente 

Stiamo sviluppando un tool di gestione degli errori che sarà incluso nell'editor Drag & Drop per aiutarti a rilevare e correggere gli errori senza uscire dal software di creazione.