I miei contatti sono opt-in?

In questo articolo, vedremo cosa sono i contatti opt-in nel settore dell'email marketing e perché dovresti prestare attenzione. L'email marketing è uno dei canali di marketing più efficaci se usato correttamente. Si tratta di un canale personale, così come le nostre caselle di posta in arrivo. Per questo motivo, la maggior parte dei Paesi ha linee guida rigorose su quali indirizzi email è possibile avere nell'elenco dei contatti di marketing. 

Introduzione ai contatti opt-in

Sono contatti opt-in quelli che:

  • hanno richiesto esplicitamente di ricevere email sul tuo marchio o sulla tua organizzazione
  • hanno fatto questa richiesta negli ultimi due anni
  • aspettano che tu li contatti in merito a un determinato argomento.

Gli utenti Sendinblue possono caricare SOLTANTO contatti opt-in nel loro account. Perché? Perché

  • è la cosa giusta da fare!
  • e perché le campagne inviate ai contatti opt-in hanno dimostrato di fornire i risultati migliori!

Lista di contatti opt-in

Non sei sicuro che i tuoi contatti siano opt-in? Usa questa lista per stabilire se i contatti che importi sono sicuri:

Puoi importare questi contatti

Non puoi importare questi contatti

  •  Le persone che si sono iscritte attraverso un modulo d'iscrizione sul tuo sito
  • I tuoi clienti che hanno effettuato un acquisto online e hanno spuntato la casella "opt-in" al momento dell'acquisto (“Ricevi la newsletter" per esempio)
  • I tuoi clienti che hanno accettato di ricevere informazioni sulla tua marca
  • Le persone che hanno visitato il tuo stand a un evento o una fiera e che hanno richiesto di ricevere le tue campagne email
  • I membri della tua associazione o organizzazione senza scopo di lucro che hanno dato il loro assenso a ricevere regolarmente notizie da parte tua
  • I clienti che hanno visitato il tuo negozio o che hanno dato i loro dati per ricevere offerte promozionali

 

  • Amici, colleghi, conoscenti che ti conoscono ma che non hanno dato esplicitamente il loro consenso a ricevere le tue campagne
  • I visitatori del tuo sito che non si sono iscritti alla tua newsletter
  • Le persone che hanno dato il loro assenso a ricevere informazioni per una marca diversa dal contenuto della tua newsletter
  • I contatti che sono stati acquistati o noleggiati
  • Gli indirizzi ricavati da una lista a cui hai avuto accesso attraverso un partenariato a un evento, una camera di commercio o qualsiasi altra lista dello stesso tipo.
  • I contatti che hai acquisito attraverso una copia dei loro dati pubblici ottenuti su siti Web e social network, come LinkedIn

Vuoi che le tue email siano ricevute, aperte e cliccate?

Segui questi 3 passaggi per costruirti una reputazione di emailing positiva e ritrovare le tue email nella posta in arrivo!

  1. Importa solo gli indirizzi email che sei sicuro che esistono. Se hai raccolto degli indirizzi email utilizzando un modulo compilato a mano, stai attento a ricopiare correttamente gli indirizzi senza errori e utilizza eventualmente un servizio di pulizia di indirizzi email per rimuovere gli indirizzi non validi prima di importarli in Sendinblue. Le campagne email rivolte a indirizzi email che non esistono possono avere rapidamente un impatto negativo sulla tua reputazione.
  2. Importa solo i contatti che hanno dato esplicitamente il loro consenso a ricevere newsletter e contenuti sulla tua marca. Se i tuoi contatti si aspettano di ricevere informazioni sulla tua marca, è probabile che aprano più facilmente le tue email e che siano meno propensi a segnalarle come posta indesiderata/spam.
  3. Invia le tue campagne nel momento in cui i tuoi contatti si aspettano di riceverle. Molto banalmente le tue email devono riflettere il metodo d'iscrizione. Se i tuoi contatti si iscrivono per ricevere email settimanalmente, è importante inviare il contenuto e le offerte promozionali una volta a settimana. Quando i contatti ricevono le campagne email che vogliono sono più inclini ad aprirle e cliccarle e tutti ci guadagnano.

Costruire un database opt-in recente è essenziale per il successo delle tue campagne di emailing. Non soltanto ottimizzerai il tuo tasso di recapito della posta in arrivo, ma svilupperai inoltre una relazione positiva con i tuoi contatti.